V-Day: il professor Di Perri il primo ad essere vaccinato in Piemonte. Poi si parte nelle altre strutture


E’ il professor Giovanni Di Perri direttore del dipartimento di Malattie Infettive dell’Amedeo di Savoia il primo vaccinato della regione Piemonte. L’infettivologo 62enne dichiara di essere emozionato ma non preoccupato dal vaccino. Dice: “È una giornata molto importante, una partenza simbolica per convincere tutti”. Dopo Di Perri è toccato alla dott.ssa Valeria Ghisetti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia.

Il vaccino anti-Covid è arrivato all’ospedale intorn alle 7 e 50 scortato dai mezzi dei carabinieri. Inizia così il V-Day a Torino e in Piemonte. Subito dopo la protezione civile ha provveduto a trasportare i vaccini nelle altre sedi scelte per la somministrazione.

In mattinata le vaccinazioni sono cominciate anche alle Molinette, al Mauriziano e al San Giovanni Bosco di Torino.

Alle 12 si prosegue nel resto del Piemonte:

  • ad Asti nella casa di riposo “Città di Asti” (presenti il vicepresidente della Regione Fabio Carosso e l’assessore alla Protezione civile Marco Gabusi);
  • ad Alessandria nell’ospedale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo (presenti gli assessori regionali Vittoria Poggio e Marco Protopapa);
  • a Cuneo nell’ospedale Santa Croce e Carle (presente l’assessore Luigi Genesio Icardi);
  • a Rodello (CN) nella Rsa La Residenza (presente il presidente Alberto Cirio con Marco Brunetti, vescovo di Alba e delegato della Conferenza episcopale piemontese per la Pastorale della salute);
  • a Novara nell’ospedale Maggiore della Carità e poi alle 13 nella Rsa De Pagave (presente l’assessore Matteo Marnati).

Leave a Reply