A Coazze un nuovo allestimento per l’Ecomuseo della Resistenza della Val Sangone


Coazze e la Val Sangone tornano ad offrire uno spazio di memoria e di riflessione sui temi della Resistenza e della storia locale. 

E’ aperto al pubblico, recentemente inaugurato, il nuovo allestimento dell’Ecomuseo della Resistenza della Val Sangone realizzato dal Comune di Coazze con il sostegno anche di Città metropolitana di Torino attraverso il piano tematico Pa.C.E. finanziato dal programma transfrontaliero Alcotra Italia – Francia.

L’Ecomuseo è ospitato al primo piano dell’edificio di viale Italia ’61 dove si sono appena ultimati gli allestimento dei pannelli, dei materiali e reperti che raccontano pagine della Resistenza delle comunità e del territorio della Val Sangone anche attraverso venti pannelli con foto d’epoca, le sagome del Comandante Sergio De Vitis e della maestra Reginalda Santacroce per un percorso di visita proposto dallo storico Gianni Oliva attraverso tre fasi, l’età dei comandanti, il carattere autonomo della Divisione “Sergio De Vitis” e la democrazia interna alla bande partigiane.

Nell’allestimento ha trovato posto anche un importante documento ritrovato a Coazze, il registro stilato subito dopo la fine della seconda guerra mondiale con tutti i nomi e dati dei partigiani che hanno combattuto in Val Sangone.

Leave a Reply