8 marzo a Torino per sostenere la ricerca

Home Sport Altri Sport 8 marzo a Torino per sostenere la ricerca

madrine_relatori-foto-SOFIA 8 marzo a Torino per sostenere la ricercaSabato 8 marzo in piazza San Carlo arriverà Just the Woman I Am, primo evento sotto la Mole dedicato al mondo della donna a sostegno della ricerca piemontese sul cancro. L’iniziativa è organizzata dal Sistema Universitario torinese formato dall’Università degli Studi di Torino, dal Politecnico di Torino e dal CUS Torino, dal CUSI Regionale, dal CONI Regionale, dal Panathlon Club Torino Olimpica e con il patrocinio della Città di Torino, della Provincia di Torino, della Regione Piemonte, della Camera di Commercio, con il supporto di importanti realtà del nostro territorio tra cui l’ASCOM Torino, la Confesercenti, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, il Teatro Stabile Torino, il Museo Egizio e il sostegno del coordinamento “Se non ora quando”. L’evento è inserito nel calendario di avvicinamento a Torino 2015, Capitale Europea dello Sport.
La location scelta, il cuore di Torino, per l’occasione si vestirà di rosa. Momento clou intorno alle 18,00 quando prenderà il via una corsa non competitiva di 6 km e una camminata di 3 km Fitwalking, con iscrizione a offerta libera a partire da 10 euro. Essendo una “non competitiva” i tempi verranno comunicati tramite una lista di partecipanti in ordine alfabetico. Le iscrizione online saranno aperte a partire da sabato 8 febbraio su www.torinodonna.it o lunedì 10 febbraio presso il punto iscrizioni CUS TORINO (via Braccini 1, Torino). Ci si potrà iscrivere anche via FAX (011.0133002), via MAIL (segreteria@gameoverevent.it), o direttamente in piazza il giorno dell’evento. Maggiori informazioni su www.torinodonna.it.
Ma la manifestazione non è solo corsa. Un fitto programma coprirà il centro di Torino il giorno dell’evento. A partire dalle ore 11.00 la piazza si aprirà alla città; le ultime iscrizioni accompagneranno il villaggio sportivo, allestito con attività a forte vocazione femminile. Chiuderà la giornata alle 19.30 il brindisi dedicato alle donne in piazza San Carlo.
Ancora una volta lo sport universitario scende in piazza per comunicare i propri valori e per sensibilizzare l’opinione pubblica in questa occasione “speciale”: sport come elemento di aggregazione, sport come mezzo per creare consapevolezza sull’importanza del movimento per preservare la salute fisica dell’individuo, sport come elemento sociale in grado di creare fiducia nei propri mezzi e capacità, sport come veicolo di cultura per sostenere l’immagine della donna, in una società dove la figura femminile è vittima di abusi. L’8 marzo vuole quindi diventare una ricorrenza festeggiata e celebrata anche dal mondo sportivo.

Leave a Reply