Artemis, anche la torinese Argotec nella missione simbolo del ritorno dell’uomo sulla Luna


E’ stato rimandato il lancio del razzo per la prima missione del programma Artemis, che riporterà l’uomo sulla Luna.

La missione Artemis I ha il ruolo di test per far volare senza equipaggio fino alla Luna per poi far ritorno sulla Terra il veicolo spaziale Orion che trasporterà gli astronauti nelle fasi II e III.

Previsto per oggi, 29 agosto, per alcuni problemi ad un motore il lancio dal Kennedy Space Center in Florida è stato posticipato al 2 o 5 settembre.

Il programma punta a riportare l’uomo sulla Luna ed in particolare anche la prima donna. Non a caso il nome scelto è “Artemis, dea della mitologia greca e sorella gemella di Apollo.

Si tratta comunque soltanto di dover attendere ancora qualche giorno per il via ufficiale dell’ambizioso programma della NASA con la collaborazione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) che punta a rendere la Luna un luogo dove restare e a far diventare il nostro satellite un punto di partenza verso altri pianeti come Marte.

Nel programma c’è anche un po’ di Italia e soprattutto di Torino. Nel razzo Space Launch System (Sls) tra i dieci satelliti che saranno rilasciati nello spazio ci sarà anche ArgoMoon, un microsatellite italiano costruito dalla torinese Argotec guidata da David Avino.

ArgoMoon, unico satellite europeo della missione, sarà immediatamente operativo e, tramite i propri sistemi di intelligenza artificiale, avrà il compito di raccogliere immagini storicamente significative e verificare che la missione svolga tutte le attività previste.

Leave a Reply