Collegno: la “Clinica della memoria” presto una realtà

Home Top news Collegno: la “Clinica della memoria” presto una realtà

ART_3069-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtàTaglio del nastro a Collegno della “Clinica della memoria” in concomitanza con la giornata mondiale dell’Alzheimer.
Un taglio simbolico, quello avvenuto quest’oggi in piazza Sandro Pertini dopo sedici anni e 20 milioni di euro. Ora la clinica costantemente seguita da don Mario Foradini, presidente della Fondazione San Secondo, sta per diventare una realtà: “Un’inaugurazione simbolica, per far vedere quello che abbiamo fatto in attesa dei permessi regionali che daranno il via libera al Fatebenefratelli per far entrare i primi pazienti”, ha commentato il decano. Un percorso travagliato iniziato nel febbraio 2001, un anno dopo la donazione del terreno da parte del presidente della Fiat, Gianni Agnelli, e che avrebbe dovuto terminare nel 2006. I lavori, invece, sono stati ripresi nel settembre del 2013 con i contributi di Crt e Compagnia di San Paolo e i lasciti di benefattori, laici e cattolici. La clinica prevede una struttura di 6 mila metri quadrati finalizzata a coordinare le varie competenze – geriatria, psichiatria, neurologia e genetica, con ben due Day Care Centre e due Nuclei Alzheimer, oltre ad ambulatori, spazi dedicati alle attività riabilitative, laboratori, centro documentazione e aree didattiche. Gli specialisti cureranno non solo i malati di Alzheimer ma anche tutti gli altri pazienti che soffrono di disturbi mentali nelle diverse forme e sviluppi: “Un’opera colossale, unica nel suo genere, studiata nei minimi dettagli per essere su misura di anziani con l’Alzheimer”, illustra il suo creatore, l’architetto Loris Dadam.
All’inaugurazione, presente il primo cittadino di Collegno Francesco Casciano, per Fca Lodovico Passerin d’Entreves, il presidente del Consiglio Regionale Mauro Laus che ha ricordato l’importanza di queste strutture e la vicinanza dell’Amministrazione piemontese ai familiari che si prendono cura di loro e che hanno bisogno di maggiore aiuto: “Le famiglie dei pazienti hanno bisogno di sostegno, anche economico”. Una struttura all’avanguardia.- commenta l’assessore regionale Antonio Saitta – gestita dal Fatebenefratelli che avrà a disposizione una Rsa con venti posti letto, due centri diurni per quaranta anziani e due reparti di degenza che comprenderanno varie specialità mediche tra cui geriatria, psichiatria, genetica e neurologia. Ci sono ancora piccole cose da completare, dopodiché possiamo finalmente dire di essere arrivati all’ultimo miglio, questo grazie al lavoro straordinario della Fondazione di Foradini che sarà messo a disposizione di tutta la comunità”.
(Servizio Fabio Artesi)

ART_3014-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtàART_3054-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtàART_3000-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtàART_3055-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtàART_3057-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtàART_3095-150x150 Collegno: la "Clinica della memoria" presto una realtà

Leave a Reply