Comuni non capoluogo con più di 15.000 abitanti: solo in tre su nove al ballottaggio


Sei elezioni al primo turno e tre ballottaggi, nei nove comuni piemontesi con più di 15.000 abitanti non capoluogo di provincia chiamati ad scegliere il proprio sindaco. Sarà ballottaggio a Beinasco (TO) tra Daniel Cannati (centrodestra; 39,45 percento) e Dino Lombardi (Movimento Cinque Stelle; 30,64 percento). Netta riaffermazione invece al primo turno a Carmagnola (TO) per la sindaca uscente Ivana Gaveglio (centrodestra), che si impone con il 61,80 percento dei suffragi. Si conferma anche la sindaca uscente di Ciriè (TO), ma in questo caso superata di pochissimo la soglia che evita il ballottaggio: 50,93 percento le preferenze accordate a Loredana Devietti Goggia (liste civiche).

Altro sindaco uscente rieletto al primo turno è Giampiero Tolardo (centrosinistra), che si conferma primo cittadino di Nichelino (TO) con il 52,39 percento dei voti. Sarà invece ballottaggio a Pinerolo (TO) tra il sindaco uscente Luca Salvai (Movimento Cinque Stelle; 29,0 percento) e Giuseppino Berti (centrodestra; 28,31 percento). A Rivalta (TO) è un vicesindaco uscente a affermarsi al primo turno: Sergio Muro (centrosinistra) si impone nettamente conquistando il 64,91 percento dei suffragi.

Sarà ballottaggio a San Mauro Torinese (TO) tra Giulia Guazzora (centrosinistra, 28,58 percento) e Paola Antonetto (centrodestra; 27,23 percento). Non si tornerà invece alle urne tra quindici giorni a Trecate (NO), dove il sindaco uscente Federico Binatti (centrodestra) ha superato di poco la soglia che gli consente di evitare il ballottaggio, confermandosi con il 51,00 percento delle preferenze. Da ultimo, conferma straripante a Domodossola (VB), dove Lucio Pizzi (liste civiche) conquista un nuovo mandato imponendosi addirittura con il 72,48 percento dei suffragi.

Leave a Reply