Coronavirus, EDISU Piemonte sperimenta il cibo a domicilio nelle Residenze universitarie



L’emergenza Coronavirus sta cambiando le abitudini dei cittadini italiani e anche le Pubbliche Amministrazioni stanno facendo la loro parte per adattare i servizi essenziali in modo da poterli garantire nel rispetto delle direttive ministeriali di contenimento della diffusione del virus.
EDISU Piemonte è una di queste, in prima linea in questi giorni nel fronteggiare l’emergenza sanitaria da coronavirus e l’impatto che tutto ciò sta avendo sui servizi per gli studenti.
Obiettivo dell’Ente, e in primis del Presidente Alessandro Sciretti, del Consiglio di Amministrazione e di tutto lo staff dell’EDISU (per lo più in smart working), è quello di coordinare le attività garantendo quanto più possibile i livelli essenziali dei servizi agli studenti.
Considerando l’ultimo decreto del Premier Conte, che prevede la sospensione delle “attività dei servizi di ristorazione (…) ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro” e consente la sola ristorazione con consegna a domicilio, EDISU Piemonte si è quindi attivata per far arrivare piatti pronti direttamente nelle strutture di Torino e Grugliasco. In questo modo sono disincentivati gli spostamenti degli studenti per l’approvvigionamento del cibo ed sono agevolati la preparazione e il consumo individuale all’interno delle strutture.
Il servizio prevede la preparazione, il trasporto, la sanificazione e consegna di un primo piatto caldo in multi razione a pranzo e cena da lunedì alla domenica e, per gli studenti che si trovano in isolamento per precauzioni sanitarie, è previsto un pasto caldo completo in mono razione.
Il tutto è gestito in stretto raccordo con le ditte che coordinano i servizi di ristorazione e sarà operativo con queste modalità fino al 25 marzo 2020,


Leave a Reply