Presenti due piemontesi nel consiglio generale di Confindustria


Gabriella Marchioni Bocca e Nicolò Zumaglini, rispettivamente presidente e vice presidente della Piccola Industria di Confindustria Piemonte, sono stati nominati rappresentanti di Piccola Industria nazionale nel Consiglio Generale di Confindustria per il biennio 2021-2023.
“In questo periodo così complesso per il nostro tessuto manifatturiero è fondamentale che tutte le categorie economiche si concentrino sul raggiungimento di obiettivi comuni. Sono certa che i delegati del Consiglio Generale sapranno elaborare le giuste azioni strategiche e ricreare le condizioni favorevoli alla ripresa del Paese”, commenta Bocca.

“La ‘Piccola’ ce l’ho nel cuore da sempre, mi ha accompagnato nel mio impegno all’interno di Unione Industriale Biellese e del sistema confindustriale. Sono convinto che la voce delle imprese che costituiscono la maggior parte del nostro tessuto sia preziosa per il confronto all’interno di Confindustria” dice Zumaglini.

Gabriella Marchioni Bocca, 56 anni, è amministratore delegato della Lamebo, con sede a Leinì (Torino), azienda metalmeccanica. L’azienda è la maggior produttrice italiana di lame a spaccare per concerie, calzaturifici, pellicceria.

Biellese, Nicolò Zumaglini parteciperà anche al Consiglio Centrale della Piccola Industria nazionale. È il rappresentante della Piccola Industria nel Consiglio Generale dell’Unione Industriale Biellese. Riveste anche la carica di presidente di Crab Medicina e Ambiente, società che eroga servizi organizzati ed integrati in ambito di sicurezza dei luoghi di lavoro.

Leave a Reply