Fiat: 2 mesi prima della disdetta dal contratto metalmeccanici

Home Cronaca Torino Fiat: 2 mesi prima della disdetta dal contratto metalmeccanici

Marchionne-4-300x200 Fiat: 2 mesi prima della disdetta dal contratto metalmeccanici
Fiat ha deciso di posticipare di due mesi l’uscita da Confindustria. Sospesa dunque, per ora, la disdetta del contratto nazionale dei metalmeccanici. La notizia arriva da Eros Panicali, responsabile auto della Uilm, riferendosi alla lettera che i vertici della Fiat hanno comunicato ai sindacati nell’incontro in corso all’Unione Industriale di Torino su Fabbrica Italia e lo ha confermato il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi: “Il Lingotto non rinuncia ad essere associato a Confindustria, non cerca strade al di fuori delle relazioni industriali”. Alla riunione la Fiat ha comunicato la disdetta degli accordi sul monte ore dei permessi sindacali negli stabilimenti di Pomigliano e di Arese. “L’incontro con i sindacati è stato molto positivo – ha aggiunto Sacconi, – Marchionne ha parlato a un sindacato, perchè con gli altri si è già trovata un’intesa. Si va sempre più attuando un nuovo modello contrattuale, quello non a caso, non sottoscritto dalla Cgil. Un modello che ci dice che il contratto nazionale è una cornice leggera di diritti, all’interno della quale ci deve essere molta duttilita’ tra le parti”. Sacconi ha quindi lanciato un auspicio: “Si è creata una piattaforma riformista a cui partecipano le organizzazioni sindacali e mi auguro che la Cgil voglia riflettere sulla propria autoesclusione da questa piattaforma”.

Leave a Reply