Giochi Mondiali Universitari, a Dubai svelato il logo di Torino 2025


Al Padiglione Italia dell’Expo 2020 di Dubai, Torino si è raccontata al mondo in un evento che è stato trasmesso in diretta streaming in ogni angolo del pianeta. Nel maggio dello scorso anno, la FISU (la massima Federazione mondiale in termini di sport universitario) ha assegnato al CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano) l’organizzazione della XXXII edizione dei Giochi Mondiali Universitari Invernali. Dal 13 al 23 gennaio 2025, il Piemonte e Torino saranno teatro della rassegna che venne creata nel 1959 da Primo Nebiolo col nome di Universiade.

La delegazione di Torino 2025, rappresentata da Fabrizio Ricca (Assessore allo Sport della Regione Piemonte e Presidente Onorario WUG Torino 2025), Alessandro Ciro Sciretti (Presidente Comitato Organizzatore WUG Torino 2025 e Presidente EDISU Piemonte) e Riccardo D’Elicio (Vice Presidente Vicario WUG Torino2025 e Presidente CUS Torino) è stata accolta dal saluto del Commissario Generale del Padiglione Italia Paolo Glisenti, che ha fatto gli onori di casa: «Grazie al Piemonte per iniziare questo percorso con un evento che vede coinvolti gli universitari e spero che torniate qui presto nelle prossime settimane».

Insieme a Torino, saranno coinvolti nell’organizzazione dell’evento anche i comuni di Bardonecchia, Pragelato, Torre Pellice e Pinerolo, per una manifestazione che abbraccerà tutto il Piemonte, le sue valli e le sue montagne, rappresentando un’occasione cruciale di rinascita per il futuro dopo un periodo difficile quale quello che stiamo attraversando da più di due anni. Una manifestazione che offrirà eventi sportivi di altissimo livello e sarà sostenibile sia dal punto di vista ambientale sia da quello economico, lasciando una legacy in termini di infrastrutture con i Villaggi degli atleti che, ad esempio, verranno trasformati in residenze per gli studenti universitari.

Nel corso dell’evento all’Expo universale di Dubai, è stato svelato il logo che l’accompagnerà Torino da qui al 2025. A realizzare il progetto che è stato scelto dal Comitato organizzatore ed approvato dalla FISU è stato Matteo Belletti, ventiquattrenne studente torinese iscritto alla Facoltà di Comunicazione, ICT e Media all’Università di Torino. «Ero ancora un bambino quando ci sono state le Olimpiadi del 2006 e le scorse Universiadi del 2007 nella nostra città, per cui volevo almeno provare a essere parte di questo evento e ho deciso di partecipare al bando – racconta al termine della Cerimonia seguita in streaming -. Sono molto emozionato ed orgoglioso di aver fatto qualcosa di grande per un evento importante di primo livello per Torino». Poi aggiunge: «Mi piacciono molto gli sport invernali, anche lo sci alpino che seguo molto in televisione e mi piacerebbe provare lo sci di fondo, perché mi ispira come disciplina. I miei campioni preferiti, anzi campionesse, sono Sofia Goggia e poi Marta Bassino, che è anche piemontese. Oltre a passare le ore a programmare software, sono uno sportivo e quando ho tempo vado a correre perché mi aiuta a schiarire le idee e a rilassarmi».

logo_Torino2025 Giochi Mondiali Universitari, a Dubai svelato il logo di Torino 2025

Futuro e presente si mischiano verso i XXXII Giochi Mondiali Universitari Invernali. Il percorso di avvicinamento denominato ROAD TO 2025 prevede tra poco più di un mese un altro grande evento organizzato dal CUS Torino in collaborazione con l’Università di Torino e il Politecnico come JUST THE WOMAN I AM, in programma domenica 6 marzo 2022 e a sostegno della ricerca universitaria sul cancro. Quest’estate, invece, dal 20 al 23 luglio, il Royal Park I Roveri ospiterà i Mondiali universitari di Golf, altra vetrina fondamentale per Torino sul mondo.

Così Riccardo D’Elicio (Vice Presidente Vicario WUG Torino2025 e Presidente CUS Torino): «Questa dell’Expo di Dubai è una vetrina splendida per i Giochi Mondiali Universitari Invernali di Torino 2025 e per il progetto che abbiamo già avviato e che stiamo portando avanti da diverso tempo di rilancio della città e dei nostri atenei. Gli studenti che vengono a Torino devono avere servizi dedicati e lo sport deve completare la loro formazione, aiutandoli a integrarsi al meglio in questa realtà. In aggiunta, attraverso grandi eventi come quello che ci aspetta tra meno di tre anni, possiamo davvero diventare un punto di riferimento globale per il mondo sportivo universitario».

Questo il commento di Fabrizio Ricca (Assessore allo Sport della Regione Piemonte e Presidente Onorario WUG Torino 2025): «Abbiamo lavorato tanto per arrivare a questo risultato: il Piemonte ha creduto da subito all’importanza di ospitare i Giochi Mondiali Universitari Invernali sul suo territorio e dopo mesi di impegno è riuscito a ottenere questo risultato. La presentazione del logo che accompagnerà i nostri giochi è un punto di partenza. Saremo capaci di organizzare l’evento sportivo che gli universitari di tutto il mondo si meritano e riusciremo a farli innamorare di Torino e del Piemonte».

Leave a Reply