“Intelligenza Artificiale: il controverso abbraccio tra menti sintetiche e menti biologiche”. Barbara Caputo, Stefano Quintarelli e Gabriele Beccaria ne parlano in streaming dalle OGR


Intelligenza Artificiale: il controverso abbraccio tra menti sintetiche e menti biologiche, con Barbara Caputo e Stefano Quintarelli

Iscriviti gratuitamente a questo link per seguire lo streaming, oggi alle 17,30, dalle OGR di Torino.

L’incontro fa parte della rassegna “Scintille”, curata per questa prima parte dell’anno da Gabriele Beccaria, giornalista scientifico, responsabile di Tuttoscienze e coordinatore di Salute.

I 4 incontri della rassegna saranno focalizzati su quei temi della ricerca e dell’hi-tech che stanno trasformando le nostre esistenze e che daranno un impulso fondamentale all’innovazione e al business. Nel mondo e in Italia.

Dopo il primo appuntamento su spazio e New Space Economy, il secondo incontro sarà sull’ Intelligenza Artificiale con la Prof.ssa Barbara Caputo (docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni al Politecnico di Torino) e con il Prof. Stefano Quintarelli (imprenditore, esperto di comunicazioni e informatica e pioniere di Internet, è presidente dell’Advisory group on advanced technologies per il commercio e l’e-business per le Nazioni Unite) , in particolare si parlerà di etica, di confronto tra menti sintetiche e menti biologiche, di timori e pregiudizi, di opportunità, di episodi di attualità e possibili scenari futuri.

Gabriele Beccaria è giornalista scientifico. E’ responsabile di Tuttoscienze e coordinatore di Salute: il primo è il supplemento settimanale del quotidiano La Stampa dedicato all’universo della scienza e dell’innovazione e il secondo è la piattaforma del Gruppo GNN rivolta al mondo della medicina e del benessere.   Laureato in storia all’Università di Torino, ha conseguito un master of science in giornalismo alla Boston University e un Leadership Seminar alla Georgetown University di Washington. Si occupa di cronaca scientifica e dei temi più controversi che animano i rapporti tra la scienza e la società. 

E’ autore del saggio “Luna. La Prima Colonia” (Edizioni del Capricorno) con Antonio Lo Campo: è un racconto-reportage sul passato e sul futuro dell’esplorazione spaziale. Ha scritto due ebooks: “Scienza e Democrazia” con Andrea Grignolio analizza gli interrogativi spalancati dalla ricerca, come gli Ogm, la sperimentazione animale e i legami tra scienza e politica, mentre “Prima che Accada” con Francesco Vaccarino è un viaggio nelle discipline di frontiera del XXI secolo, tra studi d’avanguardia e personaggi-simbolo, tra scoperte e invenzioni che suscitano allo stesso tempo speranze e paure.

Barbara Caputo è Professore Ordinario al Politecnico di Torino, dove dirige il Laboratorio VANDAL, funge da Consigliere del Rettore in tema di AI – Intelligenza Artificiale e dirige l’Hub AI @ PoliTo, il Laboratorio Interdipartimentale di Eccellenza su AI, Learning and Intelligent Systems del Politecnico di Torino. 

Dal 2017 ha una doppia affiliazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Nel 2005 ha conseguito il dottorato di ricerca in informatica presso KTH, Stoccolma. Dal 2007 al 2013 è stata ricercatrice senior presso l’istituto di ricerca Idiap affiliato di EPFL – Scuola politecnica federale di Losanna; si è poi trasferita alla Sapienza di Roma come Professore Associato MIUR (su Chiamata Diretta), ed è entrata a far parte del Politecnico di Torino nel 2018. 

Dal 2017 contribuisce regolarmente ai documenti della politica nazionale sull’AI: è una dei 30 esperti della task force AgID – Agenzia per l’Italia Digitale sull’Intelligenza Artificiale ed è una dei 30 esperti MISE che hanno scritto la Strategia italiana sull’AI. Dal 2018 fa parte del comitato direttivo che ha progettato e implementato il Dottorato Nazionale Italiano in Intelligenza Artificiale, in qualità di coordinatore del verticale dedicato ad AI & Industria 4.0, promosso da MUR e CNR. 

È una insigne beneficiaria dei finanziamenti ERC e ambasciatrice di ELLIS Society; dal 2019 fa parte del consiglio di amministrazione di ELLIS ed è una degli otto co-fondatori della società ELLIS. È membro dello Steering Committee e dell’Industrial Advisory Board del progetto ICT48 ELISE e partecipa regolarmente agli eventi della politica europea sull’IA. Dal 2021 fa parte del Comitato Scientifico di Egea Casa editrice dell’Università Bocconi. 

Dal 2016 è una delle 100 esperte per l’Italia e nel 2018 è stata nominata tra le 50 Inspiring Fifty Italy: le donne italiane più influenti nel mondo Tech. Nel 2020 è apparsa sulla rivista Topolino con il suo alter ego Barb Quackut. 

Stefano Quintarelli, imprenditore, esperto di comunicazioni e informatica e pioniere di Internet, è presidente dell’Advisory group on advanced technologies per il commercio e l’e-business per le Nazioni Unite (cefact), componente del Gruppo di Esperti ad alto livello sull’Intelligenza Artificiale per la Commissione Europea e presidente del Comitato di indirizzo dell’Agenzia per l’Italia digitale. Per Bollati Boringhieri ha pubblicato Capitalismo immateriale. Le tecnologie digitali e il nuovo conflitto sociale (2019) e il saggio a sua curatela, con prefazione di Alberto Angela, Intelligenza artificiale, cos’è davvero, come funziona, che effetti avrà (cura redazionale di Claudia Giulia Ferrauto).

Al termine dell’incontro sarà possibile porre domande ai relatori, che potranno rispondere in ordine di arrivo. 

Leave a Reply