Elezioni 2021 1180×45

La dura “arte di stare a casa” di un consulente del lavoro


Un ruolo fondamentale in questa emergenza dovuta alla diffusione del Coronavirus è ricoperto dai commercialisti e dai consulenti del lavoro, che si sono dovuti mettere a disposizione delle tantissime richieste dei cittadini.

Per tutti loro quindi “L’arte di stare a casa” significa soprattutto tanto lavoro, anche se magari non più per forza in ufficio.

A segnalarci la propria esperienza della quarantena è Michele, consulente del lavoro di lunga data: “In questo periodo quando sono a casa sono costantemente al telefono per rispondere alle continue richieste di chiarimento da parte dei clienti.

Per non parlare poi, di quello che succede, dopo le apparizioni TV del Presidente Conte, con i suoi decreti. Purtroppo, i decreti bisogna comprenderli e renderli alla portata di tutti e non sempre è facile perché troviamo articoli farraginosi e periodi lessicali non di facile digestione, neanche per noi tecnici.

Quindi passiamo il tempo a capire quale azienda può lavorare e quale no, secondo il suo codice Ateco, quale ammortizzatore applicare, verificare se risulta scritto all’Ente Bilaterale, in caso di artigianato, oppure preparare la Fis, la Cassa Integrazione in Deroga, la Cassa Integrazione Ordinaria etc. Per non parlare del bonus dei 600 euro per artigiani, commercianti ed iscritti alla gestione separata. Etc. etc.

E, in tutto questo marasma generale, fare attenzione a non commettere errori, perché nel qual caso, chi risarcisce il cliente? Considerate pure, che dopo tutto non siamo riconosciuti tra i beneficiari dei 600 euro di bonus, pur essendo diventati ‘pseudo funzionari’ dello Stato, senza lo stipendio statale”.

Michele, come si nota, sta subendo come tanti altri le criticità di quello che è un evento unico ma sa essere positivo ed è sicuro che “insieme vinceremo questa emergenza”.

Siamo in attesa di tanti altri racconti della vostra “Arte di stare a casa”. Mandateci il vostro contributo in formato testuale, video o audio, tramite mail a redazione@zipnews.it oppure via WhatsApp al numero 3881619384.

Michele-Giannone-2-1-1024x1024 La dura "arte di stare a casa" di un consulente del lavoro

Leave a Reply