Navigando l’ignoto, la nuova mostra di Ciro Palumbo alla Promotrice delle Belle Arti di Torino


Questa mattina è stata ufficialmente presentata alla stampa la nuova mostra di Ciro Palumbo dal titolo “Navigando l’ignoto“, visitabile alla Promotrice delle Belle Arti di Torino fino a domenica 30 giugno.

Navigando l’ignoto arriva dopo l’uscita del catalogo ragionato presentato nel mese di maggio presso il Museo Nazionale del Cinema – Mole Antonelliana che testimonia l’apice della poetica del pittore.

In totale sono 130 le opere in mostra che raccontano divise per sezioni gli anni di pittura e di trasformazione di Palumbo. Per l’occasione l’artista ha deciso di tornare a Torino, città dove vive, dopo anni trascorsi ad esporre su territorio nazionale ed internazionale.

L’esposizione è un vero e proprio percorso per cicli pittorici. Le opere non sono divise cronologicamente, ma disposte in modo tale da suscitare nel visitatore emozioni e suggestioni. Tra un’aera e l’altra, piccoli salottini per riflettere e avere modo di sfogliare il catalogo curato da Alessandra Redaelli che ha affrontato l’intero “Viaggio del Poeta Visionario”.

Lungo il percorso tanti i temi affrontati: dalla metafisica al surrealismo classico, dal mito al viaggio, dal sogno all’infinito, dalle isole ai Mulini di Dio, dagli animali alle mille lune. Tanti anche i personaggi protagonisti come Dante, Ulisse, Don Chisciotte. E i libri, sua grande passione e le barche, immancabili nei suoi quadri. Barche che puntano verso il cielo verso un viaggio ignoto e onirico.

WhatsApp-Image-2024-06-07-at-17.39.46-1024x768 Navigando l'ignoto, la nuova mostra di Ciro Palumbo alla Promotrice delle Belle Arti di Torino

Un progetto speciale pensato per la mostra è AI motional Art – il Viaggio di Spacey, a cura della Fondazione ITS Academy Mobilità Sostenibile Aerospazio Meccatronica del Piemonte.

Spacey, rappresentata da un ologramma “lunare”, interagirà con i visitatori della mostra chiedendo loro di rispondere ad alcune domande situazionali legate a sensazioni provate durante una esperienza immersiva provata poco prima di incontrare Spacey. Scopo del progetto, realizzato anche con il contributo di astronauti e tecnici dell’aerospazio, è comprendere il potenziale di Spacey come supporto anche emotivo (oltre che tecnico) ad astronauti coinvolti in missioni di lunga durata nello spazio profondo.

Navigando l’ignoto è una mostra a cura di Archeion Archivio Ciro Palumbo, progettata da Matteo Scavetta con i testi critici di Alessandra Redaelli, è realizzata anche grazie al supporto di TAIT GROUP, Fondazione ITS Academy per la Mobilità Sostenibile Aerospazio/Meccatronica Piemonte, SpaceVerse, Extralever, Falpa Cornici, Techne Art Service, Agata Home Design, Nicoletti Home, Arazzeria Scassa, Couvage e Zip Progetti di Comunicazione.

Guarda il servizio con le voci dei protagonisti:

Leave a Reply