Omicidio Musy: per Furchì chiesta la conferma dell’ergastolo

Posted On 17 Nov 2015

Musy
“Dalle perizie effettuate sono emerse convergenze elevatissime tra l’uomo con il casco e Francesco Furchì”. Questo l’argomento principale con il quale il Procuratore Generale di Torino Marcello Maddalena ha chiesto la conferma dell’ergastolo per Francesco Furchì, condannato a vita lo scorso 28 gennaio per l’omicidio di Alberto Musy. Da sempre unico imputato per l’omicidio del docente universitario e consigliere comunale e candidato sindaco, Furchì – oggi presente in aula ma solo per una parte dell’udienza – si è visto oggi nuovamente addossare tutti gli indizi che hanno portato alla sua condanna in primo grado. Nessuno sconto insomma, come è emerso dalla lunga e meticolosa ricostruzione dei fatti operata da Marcello Maddalena. Ricostruzione secondo la quale – ha detto il Procuratore Generale – l’omicidio appare chiaramente premeditato.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento