Il Piemonte prova l’holiday working e punta a 400mila pernottamenti


Il Piemonte punta sullo smart working per aumentare le presenze turistiche fino a 400 mila pernottamenti al mese. La Regione lancia l’holiday working, progetto di VisitPiemonte illustrato dall’assessore al Turismo, Vittoria Poggio, alle associazione di categoria.

Con la collaborazione delle Associazioni e delle Atl nei prossimi mesi sarà fatto un censimento dell’elenco di strutture da promuovere in Italia e all’estero. Tutte dovranno garantire standard di qualità come una buona connessione internet, la privacy e la sicurezza dei dati, se l’utente usa il Wi-Fi, e la disponibilità̀ di spazi di relax. Una prima fase di test potrebbe partire già in estate, per poi diventare un elemento strutturale dell’offerta piemontese.

Il progetto è stato sperimentato in alcune località europee, l’idea di unire lavoro e turismo si è rivelata una nuova fonte di guadagno per le regioni in grado di soddisfare questi standard.

“Abbiamo territori di ineguagliabile bellezza sui quali operano già adesso strutture di grande pregio capaci di soddisfare le esigenze di una clientela internazionale. L’Holiday Working è sicuramente un’opportunità da cogliere per battere la concorrenza nella ripresa del settore al tempo della pandemia”. Ha dichiarato l’assessore al turismo.

Leave a Reply