8 Gallery basket court 1180

Salone di Ginevra, Fiat apre all’elettrico: ecco la Centoventi

Posted On 14 Mar 2019

Tra le motorizzazioni diesel braccate dalle sempre più stringenti norme antinquinamento, e quelle a benzina, che pur essendo meno soggette ai blocchi auto, non riescono ancora soddisfare a livello di consumi le esigenze dei grandi chilometristi, si stanno facendo strada sempre più velocemente nel mondo dell’automotive soluzioni alternative e maggiormente ecosostenibili quali, automobili mild-hybrid, ibride plug-in e full electric.

A testimoniarlo sono le numerose proposte che le principali case automobilistiche hanno deciso di presentare durante il Salone di Ginevra 2019, dove a colpire, in particolare, è stata Fiat con la concept car “Centoventi”, così chiamata in onore del centoventesimo anniversario dell’azienda torinese, modello di rottura con la tradizione e gli stilemi del marchio, che negli ultimi anni era rimasto un po’ attardato rispetto ai concorrenti diretti nella corsa all’elettrificazione.

Il prototipo si presenta con forme morbide e molto moderne mantenendo comunque una linea semplice ma non banale, con alcuni dettagli retrò e impreziosita da un utilizzo elegante della tecnologia led, come nel caso del logo retroilluminato e della filante fanaleria frontale e posteriore. Particolari le scelte di design degli interni, che appaiono molto essenziali ma che allo stesso tempo riprendono in chiave tecnologica e innovativa quelli della Panda con il cruscotto costituito da due schermi totalmente digitali collegati tra loro, uno che raccoglie tutte le informazione necessarie al guidatore e l’altro dedicato al sistema d’infotainment.

A colpire però sono state soprattutto le innovazioni in campo tecnico. Le batterie che muoveranno il modello di serie saranno modulari, sviluppate in collaborazione con la coreana Samsung, e partiranno da un’autonomia minima di 100km ad un massimo di 500km negli allestimenti più costosi, specifiche che la renderanno in futuro un’auto particolarmente adatta alle flotte per il car sharing .

La commercializzazione del modello definitivo, che andrà a competere nel segmento b, è prevista non più tardi del 2021 con prezzi a partire da circa 15000 euro, e comprenderà oltre al modello completamente elettrico anche versioni a motore termico per l’abbattimento dei costi di produzione ed un’offerta più completa.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento