Salvini a Chiomonte, protesta dei No Tav

Posted On 01 Feb 2019

Momenti di tensione tra polizia e manifestanti No Tav a Chiomonte. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è arrivato in Val Susa per visitare il cantiere della Torino-Lione e incontrare le forze dell’ordine che ne garantiscono la sicurezza e gli operai che stanno eseguendo piccoli lavori di manutenzione in attesa che possano ripartano i lavori, sempre se non si non deciderà di bloccare l’opera.

La posizione di Matteo Salvini è netta: “Sospendere l’opera e chiudere i buchi aperti costa più che andare avanti. Ritengo più utile spendere i soldi per finirla”. Il Ministro dell’Interno non nega comunque la necessità di rivedere l’opera: “I 5 stelle hanno ragione perché il progetto è partito probabilmente sovrastimato. Si possono tagliare spese per un miliardo”.

Nonostante i toni concilianti verso il M5S, Salvini replica alle parole di Di Maio, non presente oggi perché, a duo dire, il tunnel non è ancora stato iniziato. Per il leader della Lega  non si può negare l’esistenza del cantiere: “C’è eccome, e deve proseguire per il bene dell’economia e dell’ambiente”.

 

 

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento