Don Peyron: “Gli strumenti digitali parlano tra loro”


D: cosa vuole dire condividere nella trasformazione digitale?

Uno degli elementi di successo della tecnologia digitale è la sua interoperabilità. Detto in parole semplici gli strumenti digitali parlano tra di loro con facilità e permettono di scambiarsi il risultato del loro lavoro. Posso scattare una foto, pubblicarla su di un dispositivo e di lì condividerla su diverse piattaforme semplicemente ponendo il mio dito su delle icone. La condivisione è il successo dei social media e racconta del nostro intimo desiderio di vivere insieme, di essere comunità. Pur sembrando individualisti ed egoisti, e forse lo siamo lo stesso, ugualmente è forte in noi il desiderio di essere insieme, di mettere a fattor comune sentimenti, bellezza e narrazioni. Tuttavia, nella società del rischio di cui parlavamo la scorsa settimana «il diffuso sentimento fra gli attori sociali che nessuno può essere ritenuto responsabile per nulla». Questo è il risvolto che dobbiamo tenere presente.

Ogni gesto di condivisione è un gesto che ha in se stesso, costitutivamente, delle responsabilità. Nessuno di noi condividerebbe del cibo con un bambino piccolo se prima non è certo che sia cibo buono, non andato a male. Così come controlliamo la temperatura del biberon sul dorso della mano prima di darlo ad un infante così dovremmo fare sempre di più rispetto a quello che condividiamo in rete. Nutrire il mondo di bellezza ci permetterà di vivere in un mondo bello, tutta la spazzatura che con noncuranza gettiamo dal finestrino digitale del nostro device diventa inquinamento del pensiero, delle relazioni, delle società. Nessuno di noi lo vuole, forse da oggi possiamo tutti fare maggiore attenzione.

A presto, alla prossima settimana, ed in alto il cuore

Leave a Reply