ContemporaryArt 1180×45

Sta per entrare in vigore il limite di pagamento di 2.000 euro in contanti


Fra poco più di quindici giorni, il 1° luglio, entra in vigore il limite dei 2.000 euro per il pagamento in contanti.

Dopo sei mesi, con l’inizio del 2022, la soglia sarà ulteriormente abbassata a 1.000 euro.

Al di sopra di tali valori, tutti i pagamenti dovranno essere tracciabili, pena sanzioni salatissime, sino a 50.000 euro.

Lotta all’evasione fiscale, lo scopo principale della norma, introdotta dal Decreto Legge n. 124/2019, provvedimento in ambito fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020.

“L’uso eccessivo del contante rende possibile una buona parte dell’evasione e che le organizzazioni mondiali dedite a criminalità organizzata, riciclaggio e corruzione hanno la vita più facile grazie all’assenza di limiti all’uso dei contanti”, ha affermato l’Agenzia delle Entrate

In Europa, Germania e Austria non hanno alcun limite all’uso dei contanti, mentre altri paesi hanno limiti ma non così stringenti.

Ma va anche detto che pochi paesi hanno un tasso di evasione fiscale così alto come in Italia, di sicuro in Europa siamo in testa per questo triste primato.

Leave a Reply