Torino: la Guardia di Finanza sequestra 50 mila capi d’abbigliamento falsi


La Guardia di Finanza di Torino ha sequestrato oltre 50mila capi d’abbigliamento e accessori contraffatti.

Si tratta di un giro d’affari del falso di oltre 2 milioni di euro che ha portato alla denuncia di un imprenditori di 60 anni pregiudicato, che ora rischia fino a quattro anni di carcere.

Sono state alcune importazioni anomale provenienti dalla Tunisia a far scattare le indagini, coordinate dai magistrati Vincenzo Pacileo e Alessandro Aghemo della Procura di Torino, .

La base logistica della merce era infatti a Monastir, in Tunisia. Da qui i prodotti (scarpe, borse, maglie e jeans di noti marchi) venivano importati illegalmente in Italia e nascosti in alcuni depositi di Pesaro. Dalla base nelle Marche un incaricato vendeva la merce attraverso dei broker ancora sconosciuti.

Fondamentale nell’operazione anche la collaborazione del distributore italiano del marchio Andrew Charles, prevalentemente destinato al commercio online e di recente produzione    

Leave a Reply