“Vincere la sfida digitale”: intervista a Massimiliano Cipolletta, nuovo presidente della Fondazione Torino Wireless


Massimiliano Cipolletta è il nuovo presidente della Fondazione Torino Wireless.

Zipnews lo ha incontrato e intervistato.

Torino Wireless nasce vent’anni fa con lo scopo allora e tutt’oggi di promuovere la trasformazione digitale e realizzare progetti che supportino la transizione al digitale, facendo da cerniera tra il pubblico e il privato, in particolare per le piccole e medie imprese.

“La digitalizzazione ha bisogno di un partenariato pubblico-privato”, ha esordito Cipolletta, che ha poi ricordato il Position Paper “The Digital Match”, voluto da Camera di commercio di Torino e Unione Industriale di Torino e realizzato da Fondazione Torino Wireless e PWC Italia.

Il documento è stato presentato lo scorso 14 luglio al Grattacielo Intesa Sanpaolo, all’attenzione delle Istituzioni, locali e nazionali e dei rappresentanti degli oltre cento stakeholder tra enti e imprese piemontesi che hanno contribuito a scriverlo.

“Posizionare Torino e il Piemonte al centro delle strategie nazionali e internazionali sulla transizione digitale per attrarre investimenti, talenti e imprese e promuovere la crescita”: questa è la sfida proposta dal documento strategico.

“Con questo Position Paper abbiamo fotografato lo stato di digitalizzazione del nostro territorio e raccolto le Raccomand-Azioni – emerge l’importanza del concetto del fare – per fare si che territorio, imprese e i servizi forniti dai soggetti pubblici abbiamo sempre più quella che noi definiamo una curvatura digitale”.

“E’ fondamentale – ha sottolineato il neo presidente di Torino Wireless – accelerare il piano di infrastrutture digitali – un tema che è stato dibattuto durante la presentazione del Position Paper anche con i candidati a sindaco di Torino – e possiamo affermare che nel periodo pandemico e post pandemico la percezione del valore di una società a curvatura digitale è aumentata, sia fra i cittadini che fra le imprese e la pubblica amministrazione”.

Cipolletta è intervenuto anche sul caso Stellantis. Desta preoccupazione la mancanza di investimenti sul territorio paventata dal gruppo automotive: “Ma dobbiamo evidenziare come nel discorso di Carlo Tavares, Ad di Stellantis, per la prima volta nella storia dell’automotive in Italia si sia parlato di grandi investimenti per il potenziamento del software”.

La Fondazione Torino Wireless occupa più di trenta professionisti che hanno la responsabilità di accompagnare la transizione digitale: “In una città come Torino che ha comunque un Dna digitale e ha portato molto nella ricerca e nell’innovazione del digitale. Ricordo che nel capoluogo piemontese nacque la Sip e che tutt’oggi hanno sede in città due importanti centri di ricerca e sviluppo, come il Centro di ricerca Telecom e una sede del Centro elaborazione dati della Rai”.

Leave a Reply