8 Gallery basket court 1180

Il Mercato Europeo Fiva sbarca ad Arona: tutto sulla tre giorni dedicata alla gastronomia

Posted On 09 Nov 2018

Fiva

Un esercito colorato scenderà su Arona da tutta Europa. È l’immagine più adatta per descrivere il Mercato Europeo Fiva, un’invasione variopinta che per 3 giorni, dal 9 all’11 novembre, sarà il richiamo maggiore di una stagione in chiusura. Il coloratissimo serpentone si snoderà nella zona del lungolago, che dalle 9.00 alle 24.00 si trasformerà in un’area cosmopolita i cui tratti più esotici avranno le bandiere dell’India, del Venezuela, della Tunisia. Ma i pezzi forti verranno dal cuore del Vecchio Continente: a farla da padrona sarà, infatti, la gastronomia mitteleuropea. Tra le specialità alimentari in mostra troveremo formaggi (da Olanda, Francia, Svizzera, ma anche Campania, Sardegna e Val di Susa), brezen (Austria), dolci (minicrepes olandesi, churros spagnoli, cupcakes e muffin inglesi), caviale e vodka (Russia), spezie, tè e infusi.

Protagonisti indiscussi della manifestazione saranno i banchi di ristorazione, all’interno dei quali tutti i piatti sono preparati sul momento, sotto gli occhi dei visitatori. Ce n’è per tutti i gusti, dall’Italia (fiorentine direttamente dalla Toscana, canederli dal Trentino, arrosticini dall’Abruzzo), all’Europa (paella e chorizo spagnoli, grigliate tedesche e balcaniche, con la novità dei piatti a base di pesce portoghesi), fino al Sud America (asado argentino, churrasco brasiliano, burritos e tacos messicani). Cibi di ogni tipo, anche per i palati più fini, con la possibilità di trovare anche prodotti vegetariani, vegani e gluten free, il tutto naturalmente accompagnato da fiumi di birra proveniente dai migliori birrifici del mondo (Irlanda, Repubblica Ceca, Belgio, Germania).

Non mancheranno inoltre artigianato e prodotti di nicchia: le novità di questa edizione sono rappresentate dalle ceramiche tunisine e da tessuti dal Punjab, mentre torneranno a farci visita i prodotti artigianali di pregio da Finlandia, Ungheria, Senegal, Lituania ed Egitto. In questo suggestivo caleidoscopio di colori non saranno ovviamente da meno gli operatori italiani, presenti col meglio del meglio, tra stampe, stoffe, tovaglie, complementi d’arredo e tanto altro. Forme, profumi, sapori che ricordano le atmosfere europee, nella loro diversità ma anche nella loro somiglianza, che trasformeranno per tre giorni la città rendendola punto di incontro e di integrazione per visitatori di tutte le età. Questo è il Mercato Europeo Fiva.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento