ContemporaryArt 1180×45

Torna “Indiana Festival”: Indiependence recupera la data rinviata causa maltempo


Indiana Festival, la festa della musica indipendente promossa da Indiependence, torna venerdì 23 ottobre dalle ore 21, negli spazi dell’Associazione Culturale Comala a Torino, riproponendo la data di venerdì 2 ottobre, rinviata a causa delle condizioni meteo instabili. Confermato il cartellone: sul palco attesa una delle punte di diamante della nuova proposta torinese indipendente, i Santinumi, assieme alla cantautrice Nerè, alla rock band degli Adam Smith, e a Italian Take Away con L’Amortex.

La band Santinumi è composta da Andrea Bertolotti, Nicola Martini e Maurizio Daniele, che in carriera hanno condiviso il palco con artisti del calibro di Motta, Brunori Sas, Iosonouncane, Marta Sui Tubi, TARM, Africa Unite. Il loro primo disco, Paganìa, uscito a febbraio 2020, quasi totalmente autoprodotto, contiene 8 tracce cantate da voci diverse e ciascuna associata a una divinità.

Oltre al loro set ben tre esibizioni: si parte con la musica esplosiva dai diversi suoni e generi della cantautrice Nerè, un’artista vulcanica come Napoli, sua città di origine, doveogni canzone è un viaggio a tappe nello spazio e nel tempo, intorno alla mitologia greca.

A seguire, la rock band degli Adam Smith,di cui Paolo Ferrari ha scritto: “non un calciatore inglese, ma una rock band torinese schietta e diretta, che nel 2013 ha debuttato con l’album “Normale, banale, maiale” e non si è fermata più. Ce n’è, da ascoltare, guardare, raccontare”. Tra i primi gruppi a entrare nel roster di Indiependence, stanno producendo il secondo album.

Completano il cartellone della serata Italian Take Away e L’Amortex, due artisti che fonderanno i loro progetti in un unico live set che promette scintille. Le “canzoni senza patria” di Italian Take Away – ultimo “acquisto” della scuderia dell’etichetta Indiependence – incroceranno l’esperienza sonora e visiva de L’Amortex, progetto che fonde basi elettroniche e theremin con uno degli strumenti classici per eccellenza come l’arpa, e che ha saputo catturare l’attenzione di Johnson Righeira – uno dei padri dell’elettronica italiana – e dei Decibel di Enrico Ruggeri. Con loro, ha remixato uno dei brani classici della discografia dei Righeira Luciano Serra Pilota, che sarà incluso nel nuovo disco dell’artista, la cui uscita è prevista per il 2021.

L’evento è a ingresso libero, con check-in all’esterno dell’area dalle ore 20:30 e assegnazione del posto distanziato, in ottemperanza alle norme di prevenzione della diffusione del Covid.

Indiependence

Da quando è nata, Indiependence ha avuto un’unica missione: quella di conquistare spazio per ridare centralità alla musica indipendente, creando connessione e mutualità tra tutti i soggetti e i luoghi che animano questo panorama (artisti, direttori artistici, circoli e locali, fonici e tecnici, network e media). Siamo in primis musicisti, quindi abbiamo ben presente cosa significhi sentirsi insignificanti in un momento storico in cui i meccanismi di produzione artistica sono quasi totalmente proni alle logiche di mercato. Per questo vogliamo recuperare il significato originario della parola indipendente, e con esso il vero senso della definizione indie, troppo spesso abusata per definire erroneamente un genere. Per noi invece essere indie è un’attitudine, un approccio all’arte diretto, un momento in cui l’artista e il suo contenuto devono trovarsi e diventare più importanti di contenitori che non danno alcun futuro e non creano cultura.

Siamo (ri)partiti dalle origini: dai circoli in cui si trova la gente che suona e la gente che vuole ascoltare, dai palchi polverosi, dalla scoperta della storia della musica italiana, insomma da quella che in altri tempi si definiva gavetta. È in questo modo che abbiamo messo insieme il roster di artisti della nostra etichetta discografica indipendente, è in questo modo che in questi anni siamo cresciuti al punto di diventare una casa di produzione a 360° che può offrire all’artista e al professionista un servizio completo, grazie alla creazione di un esteso network svolta negli anni, grazie alle competenze musicali, grazie alle risorse tecniche e ai professionisti associati al percorso.

Per valorizzare ancora più a fondo il proprio percorso Indiependence ha compiuto la scelta di affiliarsi ad ARCI, ritenendolo un naturale punto di arrivo di quanto messo insieme in questi anni e un ambizioso punto di partenza per quello che verrà nei prossimi.

Leave a Reply